Edizioni Nuove Catarsi

 

Associazione Culturale Cittadina Universitaria Aenigma

Via Giancarlo De Carlo 5

61029 Urbino PU / Italia

CF 91006880412  / P. IVA 01260260417 

® 2017 Edizioni Nuove Catarsi

Termini & Condizioni

Condizioni generali di vendita >

Edizioni Nuove Catarsi è un marchio appartenente all'Associazione Culturale Cittadina Universitaria Aenigma. 

Aenigma è un'associazione culturale senza scopo di lucro che svolge attività di utilità sociale nel campo del disagio, della disabilità e delle carceri. L'attività editoriale contribuisce al raggiungimento degli obiettivi istituzionali. 

Edizioni Nuove Catarsi is a trade mark owned by Associazione Culturale Cittadina Universitaria Aenigma. Aenigma is a non-profit cultural association focused on social activities, on conviction problems, on disability and on social unease. Its editorial activity contributes to achieve institutional objectives. 

Dona il tuo 5 x 1000
Firma nell’apposito riquadro della tua dichiarazione dei redditi (ai sensi della Legge 190/2014) e scrivi il numero di Codice Fiscale 91006880412.
Come impiegheremo il tuo contributo?
Grazie per il tuo prezioso sostegno!
AA.VV. a cura di Vito Minoia, Maria S. Horne, Jane Baldwin, Christiane Page / atti congressuali / ENC 2010 / Pag. 252

Actors in university theatre

SKU: ISBN9788890537332
€25,00Prezzo
  • TITOLO:  Actors in University Theatre /Attori nel Teatro Universitario

    AUTORE: AA.VV.  

    CURATORI: Vito Minoia, Maria S. Horne, Jane Baldwin, Cristiane Page 

    CASA EDITRICE:   Edizioni Nuove Catarsi  (a cura della Associazione Aenigma)

    COLLANA:  IUTA Press

    PAGINE:  252

    PREZZO: € 25,00

    ISBN:   978-88-905373-3-2

     

    DESCRIZIONE: 

    Con il Sesto Congresso Mondiale del Teatro Universitario, Urbino è stata, a fine luglio 2006, una piccola capitale della cultura, facendo rivivere lo spirito del Rinascimento, con l’entusiasmo dei giovani d’oggi. Nel libro si cerca di sintetizzare quell’irripetibile atmosfera. Trentacinque erano i Paesi rappresentati, di cinque continenti. Circa trecento gli studiosi partecipanti, undici gli spettacoli rappresentati.

    Oltre alla sezione centrale, dedicata al tema principale del Congresso “L’attore nel teatro universitario”, il volume ospita alcuni altri preziosi contributi che fanno rivivere la ricchezza dell’iniziativa. Sono documentati anche i riconoscimenti attribuiti a Dario Fo (insieme a Franca Rame) e ad Augusto Boal per il loro impegno nello sviluppo del teatro sociale nel mondo e i tributi di Gianfranco de Bosio e Lech Raczack ad Arthur Adamov, riscoprendo la vitalità nell’analisi della crisi dell’uomo contemporaneo del grande drammaturgo di lingua francese. 

    Il testo, in quattro lingue (italiano, inglese, spagnolo, francese), è dedicato a Emilio Pozzi e a Claudio Meldolesi con la documentazione delle loro lectio introduttive ai lavori congressuali.

     

    NOTE SUI CURATORI:

    Vito Minoia (Università degli studi di Urbino Carlo Bo, Italia)

    Insegna teatro di animazione alla facoltà di scienze della formazione dell’Università di Urbino. Si interessa allo studio dei rapporti tra teatro ed educazione e sviluppa ricerche nel campo del teatro di interazione sociale. Autore teatrale e regista, ha fondato nel 1990 a Urbino il Centro teatrale universitario Aenigma. Dirige dal 1996 con Emilio Pozzi la Rivista europea Teatri delle diversità. E’ autore, tra gli altri testi pubblicati, di Se all’università si sperimenta il teatro (Edizioni Magma, 1998), Di alcuni teatri delle diversità (con Emilio Pozzi, ANC edizioni, 1999), ANC edizioni, 2004), Recito, dunque so(g)no (con Emilio Pozzi, Edizioni Nuove Catarsi, 2009), I Teatri delle diversità a Cartoceto (Quadern n. 97 del Consiglio Regionale delle Marche, 2010). Nel 2007 ha ricevuto al Piccolo Teatro di Milano il premio dell’Associazione Italiana dei Critici di Teatro per il contributo allo sviluppo del Teatro Sociale. E’ vicepresidente dell’AITU-IUTA. 

    Maria S. Horne (University at Buffalo, State University of New York, USA)

    Es internacionalmente reconocida como Master Teacher, directora, investigadora, productora, pedagoga, actriz, y jurado de festivales internacionales de teatro. Su área primaria de investigación es Metodología de la Actuación y su intersección/interrelación con las ciencias, y en particular con la neurociencia. Egresada del Conservatorio Nacional de Teatro de Argentina, estudió en The Lee Strasberg Theatre Institute con Lee Strasberg y Charlie Lawton durante cuatro años, y luego obtuvo su M.F.A. in Teatro en la Florida Atlantic University bajo la mentoría de Zoe Caldwell y Robert Whitehead. Desde 1994 es Profesora Titular de Actuación del Departamento de Teatro y Danza y Directora Fundadora del IACE International Artistic & Cultural Exchange.  Es Miembro del ITI/UNESCO TECOM Comité Mundial de Educación y Entrenamiento Teatral, y desde 1999 es Vice-Presidente de l’ AITU-IUTA. 

    Jane Baldwin (Boston University, USA)

    Her most recent publication is «Michel Saint-Denis: Training the Complete Actor » which appears in Actor Training, Ed. Allison Hodge (Routledge Press, 2010).  Her previous books are Michel Saint-Denis and The Shaping of the Modern Actor (Greenwood Press, 2004); Theatre: The Rediscovery of Style and Other Writings (Routledge Press, 2008), and Lives and Deaths of Collective Creation/Vies et morts de la creation collective, edited with Jean-Marc Larrue and Christiane Page. Jane Baldwin’s forthcoming book, A National Drama: Jean Gascon and the Canadian Theatre is to be published by SIUPress. 

    Christiane Page (Université de Rennes 2, France)

    Est professeur des universités à L'université de Rennes 2. Son champ de recherche recouvre différents aspects du théâtre: histoire de l’acteur et des troupes de théâtre, théâtre/éducation, jeu, création collective. Ses travaux ont d'abord porté sur les processus à l'œuvre lors de l’entrée dans la pratique théâtrale par l’analyse des modes de travail adoptés  ainsi que par l’étude de leurs références et influences. Puis elle a centré sa recherche sur les relations entre pensée et pratiques théâtrales en s’appuyant sur les données historiques et leur conservation dans la mémoire. Actuellement, elle approfondit ses recherches en y incluant le point de vue de la psychanalyse.